Help Center

Risposte alle domande più frequenti dei nostri clienti.


F.A.Q. Domande Frequenti


Perché attivare il servizio SimplyGreen® con GeneralGas?

  • Perché il servizio è modulare ed è appositamente studiato per le esigenze del Tecnico Frigorista
  • Per lavorare con un operatore specializzato che da 40 anni rispetta tutte le norme di legge applicabili, compreso l’obbligo di ratifica di un Accordo di programma col Ministero dell’Ambiente.
  • Per attivare un servizio di raccolta differenziata dei gas refrigeranti, che ha effetti benefici sull’ambiente
  • Per attivare un servizio di gestione di rifiuti che può avere costo zero!
  • Per attivare un servizio di gestione di rifiuti che può trasformare un costo di smaltimento di un rifiuto in una opportunità di guadagno perché GeneralGas mi paga se faccio correttamente la raccolta differenziata dei gas e dai miei rifiuti si ottengono gas rigenerati
  • Per avere una valida guida negli adempimenti legislativi in tema di gestione di gas refrigeranti e di rifiuti (tutti i tipi di rifiuti, non solo rifiuti da gas refrigerante)


A cosa ho diritto con l’attivazione del servizio SimplyGreen® ?

  • Numero di bombole previste per la taglia del servizio scelto.
  • N° 1 ritiro dei rifiuti presenti nella/e bombola/e ricevuta/e, effettuato da trasportatore autorizzato (rifiuto inviato in impianto autorizzato) dopo 12 mesi dalla consegna delle bombole vuote.
  • Formalità amministrative del ritiro/smaltimento obbligatorie per legge
  • Fornitura credenziali per accesso online ad un Kit di documenti contenente procedure, istruzioni operative, fac simile, ecc , che ti aiutano nella gestione operativa di tutte le tue attività legate ai gas refrigeranti e ai rifiuti (di qualsiasi natura essi siano)
  • Convenzione per adesione all’Accordo di Programma stipulato da GeneralGas col ministero dell’Ambiente


Quali rifiuti posso mettere nelle bombole del SimplyGreen®?

I gas refrigeranti estratti dagli impianti di condizionamento appartenenti alle famiglie CFC / HCFC / HFC.


Posso miscelare i gas nelle bombole del SimplyGreen®?

NO! Anche se non è vietato miscelare tra loro i gas refrigeranti appartenenti alle famiglie CFC/HCFC/HFC; tuttavia, se misceli diversi gas refrigeranti in una stessa bombola, il suo contenuto dovrà essere inviato a termocombustione. Se misceli diversi gas refrigeranti nella stessa bombola perdi i benefici della raccolta differenziata dei gas refrigeranti, che per te a fine anno possono significare €€€ ! Se, infatti, fai la “raccolta differenziata” dei gas e confini i diversi gas in bombole dedicate, i gas da te raccolti possono essere rigenerati e GeneralGas ti ricompensa!


Ho capito che mi pagate il mio rifiuto, è vero?

SI, ti paghiamo per il rifiuto conferito in misura proporzionale alla quantità di gas rigenerato (F-Gas) ottenuto dai rifiuti che ci hai conferito; GeneralGas proverà a rigenerare il gas refrigerante che hai raccolto in maniera differenziata (gas di tipo F-Gas non misclelato ad altri refrigeranti) e ti pagherà € XX,XX per ogni Kg di gas rigenerato (F-Gas) ottenuto. Il valore che GeneralGas riconosce è fissato nel valore che potrai visualizzare sul sito www.generalgas.it - nell’area riservata ai clienti SimplyGreen® - il giorno del conferimento del rifiuto. Dopo la lavorazione dei tuoi rifiuti, riceverai da GeneralGas una comunicazione contenente tipo e quantità di gas (F-Gas) refrigeranti «rigenerati» ottenuti dal trattamento dei tuoi rifiuti e potrai emettere fattura.


Come faccio a fare la raccolta differenziata dei gas refrigeranti? Le bombole non mi bastano…

Il servizio SimplyGreen® prevede come taglia minima una dotazione composta da n.ro 3 bombole da 40, che potrai destinare alla raccolta di n.ro 2 diversi gas refrigeranti (quelli con i quali lavori maggiormente), destinando la terza bombola ai gas tipo CFC / HCFC e ai gas di dubbia provenienza o di raro utilizzo. Se ti occorrono più di n.ro 3 bombole puoi scegliere una taglia di abbonamento più grande (la taglia massima – 5XL – prevede n.ro 8 bombole da 40 lt)


Se la taglia minima dell’abbonamento è aumentata, sarà aumentato anche il prezzo del servizio; giusto?

ASSOLUTAMENTE NO! Se in passato sei stato abbonato al SimplyGreen® noterai che la taglia è cresciuta e il prezzo è diminuito; oggi puoi abbonarti alla taglia base (n.ro 3 bombole da 40 lt) allo stesso prezzo previsto qualche anno fa per la taglia da n.ro 1 bombola da 40 lt; e inoltre fruirai della valorizzazione del tuo rifiuto F-Gas!!! CONVIENE! non è vero?


Come si attiva il servizio SimplyGreen®?

Il servizio si attiva compilando il “Modulo d’Ordine” e inviandolo a mezzo e-mail (simplygreen@generalgas.it) oppure a mezzo fax (02 45503694) unitamente alla copia contabile del pagamento del servizio e alla Convenzione sottoscritta dal Tecnico Frigorista per adesione ad Accordo di Programma


Dove prendo il Modulo d’Ordine?

Puoi richiederlo a info@generalgas.it oppure a simplygreen@generalgas.it.


Dove trovo l’importo da pagare?

Sul modulo d’ordine è possibile selezionare il tipo di servizio e individuare il costo dello stesso


A chi devo inviare il Modulo d’Ordine per attivare il servizio?

Il “Modulo d’Ordine”, debitamente compilato e sottoscritto, va inviato a mezzo e-mail (simplygreen@generalgas.it) oppure a mezzo fax (02 45503694).


Dalla descrizione del servizio SimplyGreen® capisco che posso portare presso al mia sede i rifiuti prodotti in cantiere; ma è vero?

  • SI, lo dice l’articolo 266 comma 4 del Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/2006) che afferma che “i rifiuti provenienti da attività di manutenzione si considerano prodotti presso la sede o il domicilio del soggetto che svolge tali attività “; quindi puoi portare presso la tua sede i rifiuti prodotti in cantiere.
  • Resta da capire come farlo, con quali documenti e con quali regole è ti rinviamo al dossier documentale “SimplyDoc”, che ti sarà fornito alla stipula dell’abbonamento al servizio SimplyGreen®. In tale raccolta di leggi, procedure, istruzioni operative, facsimili ecc. sono descritte minuziosamente le modalità operative con cui effettuare il trasferimento cantiere-sede.


Se aderisco a questo servizio mi hanno detto che poi sono obbligato ad avere un Registro di Carico e scarico rifiuti speciali e a fare il MUD; e vero?

  • NO. Gli obblighi di una gestione amministrativa dei rifiuti speciali (a eccezione dei rifiuti che puoi conferire al Servizio Pubblico di raccolta), derivano dalla conduzione della tua attività, e non dalla semplice (corretta) gestione dei rifiuti costituiti da gas refrigeranti. Tutti i rifiuti derivanti dalla tua attività si definiscono “rifiuti speciali”.
  • In un ipotetico controllo della tua attività ti chiederebbero come hai smaltito, ad esempio, gas, olio, filtri, stracci sporchi, componenti (schede, compressori, evaporatori, valvole ecc.), fluidi secondari, bombolette spray imballaggi contaminati da sostanze pericolose; molti di questi rifiuti (non solo il gas) si definiscono “rifiuti speciali pericolosi” e danno vita agli obblighi della gestione amministrativa dei rifiuti di cui sopra.


Se il mio cliente, dalla cui sede prelevo il gas per poi smaltirlo col servizio SimplyGreen®, mi chiede informazioni su come lo smaltisco, cosa gli dico?

Gli confermi che stai applicando le procedure previste dall’articolo 266 comma 4 del Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/2006 ) e che hai sottoscritto un apposito servizio con soggetto titolare di un Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente; su richiesta potrai ovviamente mostrargli o trasmettergli copia del contratto.


Se il cliente mi chiede di esibirgli documenti attestanti che il gas estratto dal suo impianto sia stato conferito ad apposito impianto autorizzato, cosa posso esibirgli?

All’atto del ritiro del rifiuto GeneralGas ti rilascerà una copia del Formulario di Identificazione Rifiuti (FIR), che potrai esibire e/o trasmettere al tuo cliente.


Il Formulario di Identificazione Rifiuti (FIR) che mi rilascerete all’atto del ritiro sarà unico e sarà relativo al gas che ho ritirato da diversi cantieri; come tranquillizzerò il cliente che nel gas smaltito c’era anche il suo gas?

  • Attraverso la corretta gestione dei rifiuti, seguendo le procedure presenti nel dossier documentale “SimplyDoc”, sarai in grado di produrre al tuo cliente la rintracciabilità dell’ingresso (e dell’uscita) del “suo” gas presso (e dalla) tua sede, semplicemente:
  • fotocopiando le registrazioni effettuate sul Registro di carico e scarico rifiuti speciali che lo riguardano (senza dargli info che riguardano altri tuoi clienti)
  • fotocopiandogli la copia del FIR con cui ritireremo il gas dalla tua sede.


Posso mettere anche altri gas nella bombola del servizio SimplyGreen® ?

Assolutamente no; sono consentiti solo gas tipo CFC/HCFC/HFC. Le bombole al loro arrivo nell’impianto di gestione dei rifiuti sono analizzate ed eventuali sostanze non consentite sono individuate e gli eventuali trasgressori sono perseguibili a termini di legge.


Entro quanto tempo devo smaltire i rifiuti presenti nella bombola?

Fatte salvo eventuali diverse prescrizioni, per il produttore del rifiuto è consentito un periodo di stoccaggio fino a 12 mesi dal momento della produzione del rifiuto; tale periodo è valido per uno stoccaggio di rifiuti pericolosi fino ad un volume di 10 metri cubi (per quantità superiori il periodo massimo diminuisce).


Quanto tempo posso tenere le vostre bombole?

Il servizio prevede il ritiro delle bombole entro il dodicesimo mese, a partire dalla consegna della stessa.


Come faccio per richiedere il ritiro dei rifiuti?

Non dovrai preoccuparti del rispetto del tempo massimo entro il quale, a termine di Legge, ti è consentito di conservare i rifiuti in casa, ci pensa GeneralGas. Infatti, alla scadenza dell’abbonamento (entro 12 mesi dalla ricezione delle bombole vuote) sarai contattato da GeneralGas per concordare la data del ritiro delle bombole


Se ho bisogno di un ritiro prima dei 12 mesi dalla ricezione della bombola?

Se, prima dei 12 mesi, richiedi un ritiro urgente di una o di tutte le bombole ricevute col servizio SimplyGreen®, senza richiedere contestualmente un rinnovo del servizio, dovrai attivare il servizio opzionale SimplyGreen® Speedy, che ti sarà fatturato a parte. Prima di accettare la tua richiestga ti chiederemo sempre quali siano le tue reali esigenze. Prima di farti ordinare un “SimplyGreen® Speedy”, se non strettamente necessario, cercheremo nel tuo interesse (€€€) di “non venderti” il servizio!


Se nel corso dei dodici mesi avessi bisogno di altre bombole?

  • Se la taglia dell’abbonamento risulterà «piccola», all’occorrenza si potrà richiedere una bombola aggiuntiva che servirà a gestire il picco di lavoro senza alterare i contenuti del proprio abbonamento annuale. Tale opzione è denominata SimplyGreen® Smart.
  • Le bombole ricevute con l’opzione SimplyGreen® Smart non saranno ritirate unitamente a quelle ricevute col servizio base SimplyGreen®.


Nel corso di 12 mesi posso ricevere tutte le bombole di cui ho bisogno?

Nel corso dei 12 mesi di abbonamento puoi richiedere diverse volte il servizio opzionale denominato “SimplyGreen® Smart” (invio di n° 1 bombola aggiuntiva).


Posso farvi ritirare le bombole prima dello scadere dei 12 mesi?

Il ritiro del rifiuto è compreso nel prezzo dell’abbonamento e viene programmato da GeneralGas 12 mesi dopo la consegna delle bombole vuote. Il ritiro può essere anticipato, senza alcun costo aggiuntivo da sostenere, se effettui un rinnovo dell’abbonamento prima della scadenza dei 12 mesi. Se, prima dei 12 mesi, richiedi un ritiro urgente di una o di tutte le bombole ricevute col servizio SimplyGreen® , senza richiedere contestualmente un rinnovo del servizio, dovrai attivare il servizio opzionale SimplyGreen® Speedy, che ti sarà fatturato a parte.


Posso rinnovare il servizio prima della scadenza?

SI. In caso di necessità o scelta (per esempio perché le bombole sono piene, oppure perché vuoi anticipare l’incasso della valorizzazione dei gas raccolti in maniera differenziata) puoi rinnovare il servizio in qualsiasi momento prima della scadenza; in caso di rinnovo anticipato il ritiro delle bombole dell’abbonamento che si intende terminare sarà organizzato senza costi aggiuntivi; Naturalmente dovrai pagare il costo del rinnovo del servizio.


A quanti ritiri ho diritto?

Nel prezzo dell’abbonamento è compreso il costo di un ritiro, che, di norma, viene programmato da GeneralGas 12 mesi dopo la consegna delle bombole vuote. Il ritiro può essere anticipato, senza alcun costo aggiuntivo da sostenere, se effettui un rinnovo dell’abbonamento prima della scadenza dei 12 mesi.


E se rinnovo prima della scadenza?

in caso di rinnovo anticipato il ritiro delle bombole dell’abbonamento che si intende terminare sarà organizzato senza costi aggiuntivi; Naturalmente dovrai pagare il costo del rinnovo del servizio.


Come devo confezionare il rifiuto?

Per confezionare correttamente il rifiuto è sufficiente chiudere la valvola e applicare tutte le etichette fornite insieme alla bombola.


Chi compila il formulario per il ritiro?

Lo compiliamo noi sulla base delle informazioni da voi ricevute sul ” Mod C - Scheda caratterizzazione rifiuto e richiesta ritiro”; il trasportatore da noi incaricato arriverà presso la tua Sede già munito di FIR.


E’ possibile ritirare solo una parte delle bombole della mia dotazione?

In casi eccezionali (precise esigenze/richieste del manutentore) è previsto un ritiro parziale. Da concordare modalità e costi.


Appena le bombole sono piene posso chiamarvi per il ritiro?

Il servizio SimplyGreen® dà diritto ad un solo ritiro, da effettuarsi non su chiamata, ma nel dodicesimo mese a partire dalla data di consegna della/e bombola/e . Il ritiro avverrà per i soli rifiuti confinati nella/e bombola/e ricevuta con l’attivazione dello stesso e di quelle eventualmente ricevute col servizio opzionale denominato “SimplyGreen® Smart”. Il ritiro può essere anticipato, senza alcun costo aggiuntivo da sostenere, se effettui un rinnovo dell’abbonamento.


Al ritiro del rifiuto riceverò delle bombole vuote?

Al ritiro del rifiuto termina il rapporto commerciale con GeneralGas. Per ottenere bombole vuote è necessario rinnovare l’abbonamento al servizio. Organizzandosi per tempo è possibile ricevere bombola vuota nel momento del prelievo delle bombole piene (o qualche giorno prima).


Ci sono precauzioni da prendere per stoccare la bombola contenente gas?

  • Le precauzioni sono quelle caratteristiche della gestione e manipolazione di un recipiente in pressione:
  1. i locali di deposito devono essere ben areati;
  2. nei locali di deposito, i recipienti in pressione devono essere tenuti in posizione verticale, in equilibrio stabile e non devono essere lasciati vicino a montacarichi, sotto passerelle, o in luoghi dove oggetti pesanti in movimento possano urtarli e provocarne la caduta;
  3. in prossimità dei recipienti in pressione devono essere disponibili le schede di sicurezza dei gas contenuti negli stessi;
  4. i recipienti contenenti gas non devono essere tenuti vicini a sorgenti di calore o comunque in ambienti in cui la temperatura possa raggiungere o superare i 50°C;
  5. i recipienti non devono essere esposti ad agenti chimici corrosivi oppure in contatto con acqua salata.
  • Eventuali precauzioni aggiuntive relative ai gas contenuti vanno individuate sulle schede di sicurezza degli stessi.


Devo pagare “in anticipo” il servizio SimplyGreen®?

Il servizio prevede la fornitura di una consulenza, di recipienti vuoti, di etichette per i rifiuti; prevede anche la tua adesione all’Accordo di Programma in essere tra GeneralGas e il Ministero dell’Ambiente e l’impegno di GeneralGas a ritirarti il gas rifiuto a dodici mesi dalla attivazione del servizio. In realtà il pagamento al momento della sottoscrizione dell’abbonamento è in anticipo solo rispetto al momento del ritiro dei rifiuti, mentre gran parte del servizio offerto è fruibile da subito…


In cosa si differenziano i servizi definiti dalle “taglie” L, …?

Dal numero delle bombole ricevute in dotazione:
taglia L = 1 bombola da 40 lt;
taglia XL = 2 bombole da 40 lt;

taglia 5XL = 8 bombole da 40 lt.


Quando mi inviate la fattura?

Alla ricezione del pagamento scatta l’emissione della fattura e l’invio presso la sede del cliente.


Posso smaltire il gas in bombole di mia proprietà?

Ai manutentori che acquistano il servizio SimplyGreen®, GeneralGas da anche la possibilità di smaltire il rifiuto in bombole proprie, a condizioni economiche da definirsi. Si segnala che per conferire gas in bombole proprie le stesse dovranno essere in regola con collaudi / revisioni (obbligo per recipienti in pressione) e correttamente etichettate in conformità alle vigenti disposizioni di legge; diversamente, per evitare possibili sanzioni le bombole non potranno essere ritirate.


Posso valorizzare i costi della mia gestione dei rifiuti?

  • Certamente, la migliore difesa dei soldi spesi per la qualificazione dell’azienda e per il rispetto delle norme e leggi applicabili è quella di informare i propri clienti che solo le aziende in regola non li mettono a rischio da potenziali sanzioni.
  • Infatti, numerose sono le sanzioni previste per inadempienze o errate condotte da parte dei proprietari degli impianti e i rischi che si corrono nell’affidarsi a manutentori poco preparati sono molto alti.
  • Col Servizio SimplyGreen® ti attrezzi per gestire bene tutti i rifiuti, per smaltire correttamente i gas refrigeranti, ma anche per conoscere norme e leggi applicabili, corrette pratiche lavorative ecc; ricorda che a beneficiarne saranno anche i tuoi clienti, e che con SimplyGreen® se fai la raccolta differenziata dei gas ci guadagni!


Come posso giustificare ai miei clienti le spese da sostenere per lo smaltimento dei gas?

  • Potresti far leva sulla sensibilità ambientale.In fondo abbiamo solo questo mondo e se lo inquiniamo il peggio verrà per i nostri figli (i gas refrigeranti sono altamente inquinanti)… oppure potresti sensibilizzarlo sul rispetto delle norme e leggi applicabili; se effettui la raccolta differenziata del gas il costo può azzerarsi o puoi addirittura guagagnarci e puoi ridurre (o azzerare) il costo della gestione rifiuti al tuo Cliente.
  • Sicuramente potresti abbattere il costo della gestione dei rifiuti aggiungendo in ogni fattura che emetti un piccolo contributo per “oneri gestione rifiuti” (molti soggetti già lo fanno, es. autofficine) ; magari a fronte di pochi euro per fattura sarai apprezzato dai tuoi clienti per il tuo comportamento virtuoso.


Cos’è e a cosa serve l’Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente?

  • L’Accordo di Programma col MinAmb è il modo attraverso il quale si condividono col Ministero le modalità lavorative utilizzate nella gestione dei gas “ozonolesivi” (CFC e HCFC). Per lavorare su tali gas (controllo delle perdite, estrazione dagli impianti, retrofit, invio a smaltimento, ecc.) è necessario per il manutentore stipulare un Accordo di Programma col Ministero; diversamente si rischiano sanzioni fino a 150.000 euro (D. Lgs. 13 settembre 2013, n. 108).
  • Col servizio SimplyGreen®, GeneralGas ti dà la possibilità di aderire al suo Accordo di Programma evitandoti la fatica e l’iter burocratico (molto lungo) da seguire per stipulare un Accordo di Programma in autonomia, evitandoti inutili rischi di sanzioni, peraltro molto esose.


Quanto dura la mia adesione all’Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente di GeneralGas?

GeneralGas assicura la copertura delle attività del manutentore sotto il suo Accordo di Programma mediante apposita convenzione. La durata di tale convenzione, e quindi la presenza del manutentore sotto l’Accordo di Programma di GeneralGas, ha la durata dell’abbonamento al servizio SimplyGreen®. Scaduto l’abbonamento, se non rinnovato, il manutentore ha nuovamente la necessità di “coprire” le sue attività con un Accordo di Programma.


Se smaltisco i gas refrigeranti con un soggetto autorizzato al trattamento dei rifiuti tipo gas CFC/HCFC/HFC, in possesso di un Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente, sono a posto?

  • Un impianto di trattamento rifiuti che riceve un gas di tipo CFC/HCFC e non è in possesso di un Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente rischia da 30.000 a 150.000 euro di sanzione; se conferisci il rifiuto ad un impianto che non ha l’Accordo di Programma rischi un concorso di colpa con il gestore dell’impianto.
  • Se conferisci il rifiuto a un impianto in possesso di un Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente, l’impianto è a posto; TU NO, perché hai bisogno di un Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente, a copertura delle tue attività (controllo delle perdite, estrazione dagli impianti, retrofit, invio a smaltimento, ecc.) e devi a tua volta conferire i gas ad un impianto che abbia il suo Accordo di Programma.
  • Se ti dicono che sei “a posto” c’è un ragionevole dubbio che “tu non sia a posto”! A meno che l’impianto non ti faccia aderire al suo Accordo di Programma che deve prevedere anche regole sulla gestione delle tue attività!!!


Dove trovo le sanzioni per mancata adesione ad un Accordo di Programma col Ministero dell’Ambiente? (D.Lgs. 13/9/2013, n° 108)

Sanzioni per il recupero (estrazione dalla macchina)
Art. 13 c 3. Salvo che il fatto costituisca reato, l’impresa che, nelle more della conclusione degli Accordi di Programma di cui all’articolo 6, comma 5, della legge 28 dicembre 1993, n. 549, così come modificata dalla legge 16 giugno 1997, n. 179, effettua il recupero, il riciclo, la rigenerazione e la distruzione delle sostanze controllate, di cui all’articolo 3, punto 4), del regolamento, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da 30.000 euro a 150.000 euro.

Sanzioni per il controllo delle perdite
Art. 14 c 2: Salvo che il fatto costituisca reato, l’impresa che gestisce apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d’aria o pompe di calore o sistemi di protezione antincendio contenenti sostanze controllate, di cui all’articolo 3, punto 4), del regolamento, senza adempiere agli obblighi di cui all’articolo 23, paragrafo 2 del regolamento*, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 euro a 100.000 euro.

Art. 14 c 4: Salvo che il fatto costituisca reato, l’impresa che, nelle more della conclusione degli accordi di programma di cui all’articolo 6, comma 5, della legge 28 dicembre 1993, n. 549, così come modificata dalla legge 16 giugno1997, n. 179, svolge le attività di cui al comma 2, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da 30.000 euro a 150.000 euro. * Regolamento 1005/2009/Ce - Articolo 23 - Fughe ed emissioni di sostanze controllate … 2. Le imprese che gestiscono apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d'aria o pompe di calore o sistemi di protezione antincendio inclusi i circuiti, contenenti sostanze controllate, provvedono a che le apparecchiature o i sistemi fissi:
a) con una carica di fluido pari o superiore a 3 kg di sostanze controllate siano sottoposti almeno ogni dodici mesi ad una verifica della presenza di fughe;…

Compila il form per ricevere maggiori informazioni