Bombole gas refrigeranti illegali: come riconoscerle e rischi conseguenti a incauto acquisto

Bombole gas refrigeranti illegali: come riconoscerle e rischi conseguenti a incauto acquisto
Il volantino informativo in formato Acrobat PDF è scaricabile al seguente link
 
Questi i riferimenti del Nucleo Tutela Ambiente dei Carabinieri, presso il quale indirizzare le denunce di prodotti illegali.

Comando Carabinieri Tutela per l'Ambiente
Largo Lorenzo Mossa, 8/a
00100 Roma

Telefono: 06 660351
Indirizzo di posta elettronica: tacdo@carabinieri.it

Inoltre, alla seguente pagina web: CC Tutela Ambiente - Elenco dei Comandi locali

sono reperibili numeri telefonici e indirizzi di posta elettronica di tutti i comandi CC dislocati sull'intero territorio nazionale.
 
 
RECIPIENTI ILLEGALI: COME RICONOSCERLI?
Stiamo verificando una massiccia presenza sul mercato nazionale di contenitori non conformi e/o di prodotto importato illegalmente, ovvero non coperto da regolari quote F-Gas d'immissione sul territorio Europeo, come previsto dal Regolamento Europeo n° 517/2014.

Il fenomeno è decisamente preoccupante, in quanto genera seri rischi sia per l’ambiente che per la sicurezza di tecnici e utilizzatori finali.

Le vendite illegali sembrano impattare in maniera particolarmente eclatante nel settore del condizionamento auto (R134a), ma anche i mercati della refrigerazione (R404A) e del condizionamento residenziale (R410A) non sembrano esenti da questa pratica criminale.

Presumibilmente questi contenitori, essendo venduti tramite canali paralleli, ovvero non ufficiali, sono anche messi a disposizione di personale e aziende non dotate di regolare certificazione F-Gas.

Nel comune interesse, Vi invitiamo a segnalare eventuali casi anomali all'indirizzo di posta elettronica: marketing@generalgas

Condividi questo articolo: